Pax 2 vs Grasshopper | Qual'è il migliore? - IlVaporizzatore.com

Pax 2 vs Grasshopper | Qual’è il migliore?

Pax 2 vs Grasshopper

In questo articolo andremo a fare un confronto sulle principali caratteristiche di questi due vaporizzatori: cercheremo di capire quale può essere la scelta più intelligente in base alle vostre esigenze, più che fare una gara.
Pax 2 [148 € su Namastevapes.it] vs Grasshopper [199 € su Namastevapes.it]; Pax 2 vs Grasshopper, che il confronto abbia inizio.

Pax 2 vs Grasshopper | Caratteristiche

 Pax 2Grasshopper
Metodo di vaporizzazione:ConduzioneConvezione
Puoi vaporizzarci:Erba essiccateErba essiccate
Qualità del vapore:
Qualità costruttiva:
Velocità di riscaldamento:40/60 secondi5 secondi
Prezzo:148€199€
Durata della batteria:90 minuti60 minuti
Garanzia:10 anniA vita
Dove acquistare:Acquista quiAcquista qui

Pax 2 vs Grasshopper | Dimensioni e portabilità

Il Pax 2 trova pane per i suoi denti: se esiste un vaporizzatore portatile più compatto è proprio il Grasshopper: con la sua forma a penna è perfettamente portabile in ogni posto, anche nella tasca della camicia.
Il Grasshopper inoltre pesa dai 55 ai 67 grammi, a seconda che lo prendiate in acciaio o titanio, davvero il massimo.

In ogni caso il Pax 2 sta comodamente nascosto nel palmo della mano, rendendolo molto discreto quando lo si utilizza in luoghi pubblici, cosa che non succede con il Grasshopper, che è giocoforza più lungo.
Pax 2 vs Grasshopper

Pax 2 vs Grasshopper | Batteria e durata

La durata è in favore del Pax 2: infatti la durata media di questo vaporizzatore è di circa 90 minuti, contro i 60 dell’avversario.
C’è da dire però, che durante l’uso che ne abbiamo fatto, il Grasshopper tende a rispettare meno il valore dichiarato; infatti se usato in sessioni ravvicinate, tende a scaricare la batteria piuttosto in fretta.  Siamo arrivati anche a 40 minuti di durata massima con il Grasshopper.

Entrambi i vaporizzatori si ricaricano tramite USB; il Pax 2 tramite un’apposita basetta, mentre il Grasshopper con un originale anello calamitato che si attacca sulla sommità.

grasshopper ricaricaIl Grasshopper si ricarica in un’ora circa, mentre il Pax 2 impiega una mezz’oretta in più.
Il Grasshopper ha una batteria removibile, ma di contro, questa può essere ricaricata solo quando è all’interno del vaporizzatore.

Vuoi saperne di più?

Ti interessa un vaporizzatore ma non sai quale segliere?

Pax 2 vs Grasshopper | Qualità del vapore

Cominciamo col dire che il Grasshopper è un vaporizzatore a convezione, il che lo rende più efficiente rispetto al Pax 2.
Il Pax 2, nonostante la compattezza, è molto potente, infatti è molto adatto all’uso come “base” per accessori, come i bong aggiuntivi per vaporizzatori (i cosiddetti bubblers), o per farsi delle belle fumate in comagnia.

Il Pax 2 è quindi più “social” rispetto al Grasshopper che, per potenza e durata della batteria, è più orientato all’uso da parte di 1 o 2 persone.
Il tempo di riscaldamento invece, è a favore del Grasshopper: infatti nessuno riesce a battere i suoi 5 secondi, un vero record nella categoria.

Come se non bastasse, il Grasshopper è secondo solo al Mighty o al Crafty come qualità del flusso di vapore, che è davvero libero di scorrere nei nostri polmoni con pochissima resistenza.

Dobbiamo segnalare che il boccaglio del Grasshopper diventa subito piuttosto caldo, tanto da arrivare a scottare le labbra: per questo è necessario utilizzare sempre la protezione in silicone fornita nella scatola.

Pax 2 vs Grasshopper | La scelta

Bisogna dire prima di tutto che entrambi i vaporizzatori in oggetto sono tra i migliori in commercio, per qualità costruttiva, prestazioni e qualità del vapore; una scelta quindi non è facile.
Il Pax 2 ha dalla sua la possibilità di stare nascosto quasi completamente nel palmo della mano mentre si fuma, ed è migliore per fumate in compagnia, grazie alla resistenza maggiore della batteria.
Non ultimo, c’è il vantaggio di prezzo, infatti il Pax 2, ora costa 149€.

Che dire del Grasshopper invece?  Questo vaporizzatore portatile è oggettivamente tra i migliori: è compatto e leggero, utilizza la tecnologia a convezione, ha una qualità del vapore ottima e ora è anche tornato disponibile; tra l’altro è garantito a vita.
Rispetto al suo avversario, paga una batteria un po’ meno efficiente ed una camera di combustione un pelo più piccola. oltre alla tendenza a scaldare il boccaglio piuttosto in fretta.

Buona vaporizzata!

[Aggiornamento Ottobre 2017]: con i nuovi ritocchi al listino, Pax 2 è in netto vantaggio di prezzo, al momento.

Non sai di cosa sto parlando?

Se sei un novellino del mondo della vaporizzazione, ti può essere utile leggere uno di questi articoli:

Vota questo articolo
[Totale: 4]

Commenta

Grazie per aver condiviso i nostri contenuti. Ancora un piccolo sforzo e la tua giornata sarà completa!