Vaporizzatore Pax 3 | Recensione vaporizzatore portatile

Vaporizzatore Pax 3 | Recensione vaporizzatore portatile

Pax 3 recensione

Ed alla fine è arrivato il vaporizzatore Pax 3, il tanto atteso successore del già ottimo Pax 2.
Quanto è migliorato rispetto al suo predecessore? Vale la pena acquistarlo? Scopritelo leggendo la nostra recensione del Pax 3.

La scheda del Pax 3

  • Metodo di vaporizzazione: Conduzione
  • Puoi vaporizzarci: Erbe, concentrati
  • Qualità del vapore:
  • Qualità costruttiva:
  • Velocità di riscaldamento: 15 secondi
  • Durata della batteria: 90/105 minuti
  • Garanzia: 10 anni

* Prezzo aggiornato quotidianamente, spedizione gratuita

Pax 3 | Dimensioni e portabilità

Il Pax 3 mantiene le stesse dimensioni del Pax 2 [recensione], una cosa molto gradita per due motivi: primo perchè tutti gli accessori che avete eventualmente acquistato per il vostro Pax 2 sono perfettamente utilizzabili anche sul nuovo e secondo perchè la portabilità e l’ergonomia erano già al top.
La sensazione di robustezza e qualità che si ha una volta preso tra le mani il vaporizzatore è la solita, c’è però una leggera differenza al tatto, in quanto il Pax 3 ha una superficie liscia e non “spazzolata” come il modello precedente.
Una ulteriore riprova della sua qualità costruttiva sono i 10 anni di garanzia, che dovrebbero mettervi a riparo da ogni sorpresa.
Pax 2 vs Pax 3

Pax 3 | Qualità del vapore [e migliorie rispetto al Pax 2]

Le maggiori novità del Pax 3 riguardano soprattutto la camera di vaporizzazione e gli accessori relativi.
Infatti, ora possiamo anche vaporizzare concentrati oltre che erbe e tutto questo grazie all’apposito accessorio: ma andiamo con ordine.

Pax 3 accessori

Vuoi saperne di più?

Ti interessa un vaporizzatore ma non sai quale segliere?

Come si può vedere dalla foto, il Pax 3 ha “di serie” numerosi accessori, che sono nell’ordine: una chiave multiuso (che vi servirà soprattutto per la pulizia, ) il classico boccaglio piatto, il boccaglio rialzato,  il coperchio standard per la camera di combustione, il coperchio mini per la camera di combustione, e l’accessorio per vaporizzare i concentrati.

Gli ultimi due accessori della lista sono una novità rispetto al Pax 2, mentre il boccaglio rialzato è stato modificato nel disegno, in modo da risultare più comodo da utilizzare.

Il coperchio mini è perfetto per l’uso in singolo del vaporizzatore, in quanto con il coperchio standard, le quantità potrebbero essere un po’ troppo abbondanti per una persona sola.
Pax 3 mini cameraL’accessorio per i concentrati invece è una ghiotta e benvenuta novità, in quanto la tendenza di tutti i produttori è quella di rendere utilizzabili tutti i portatili anche con i concentrati, e il Pax 3 non poteva mancare nella lista.
Questo nuovo accessorio funziona molto bene, senza perdite e senza lasciare residui difficili da pulire dopo la fumata.

Pax 3 concentrati

Anche il tempo di riscaldamento è stato molto migliorato: si passa infatti dai 60 secondi del Pax 2 ai 15 secondi del Pax 3.

La temperatura di vaporizzazione si seleziona tramite l’unico tasto presente sul vaporizzatore, mentre è necessario utilizzare un’app per abilitare le 4 modalità d’uso: boost, efficency, stealth o flavor.

La qualità del vapore durante l’utilizzo rimane di ottimo livello così come lo era sul Pax 2; con il Pax 3 si può godere anche della vaporizzazione dei concentrati, che risulterà gradevole, senza provocare il classico colpo di tosse post fumata, molto frequente quando si vaporizzano queste sostanze.

Lo sai che il Pax 2 è scontato?

E rimane uno dei migliori vaporizzatori portatili in commercio
Controlla la disponibilità

Pax 3 | Batteria e durata

La batteria del Pax 3 è un altro grosso passo in avanti: infatti al già alto valore di durata del precedente modello, si sono aggiunti 10/15 minuti di ulteriore autonomia; il valore varia leggermente a seconda della modalità d’uso e della temperatura.
Il vaporizzatore si ricarica in circa un’ora e mezza da batteria completamente scarica, e anche questo è un valore decisamente buono.

Le prestazioni della batteria assumono ancora più valore se consideriamo le dimensioni davvero compatte del Pax 3.

Il caricamento rimane ancora un po’ scomodo, in quanto il Pax 3 utilizza ancora il sistema con base esterna: sarebbe più comodo una classica porta micro USB.

Pax 3 | La scelta

Com’è quindi questo novello vaporizzatore?
Sicuramente, nonostante al di fuori sembri identico è stato migliorato sotto tutti i punti di vista: è migliorata la batteria, è possibile vaporizzare concentrati, si riscalda 3 volte più velocemente ed ora è dotato anche di un’app per sfruttare appieno le sue caratteristiche.
Ora, se siete già possessori del Pax 2, capisco che l’acquisto di questo modello è una scelta difficile; il Pax2 è ancora un ottimo vaporizzatore e forse le pur ottime migliorie non giustificano il fatto di avere 2 vaporizzatori molto simili.
Se invece non avete nessuno dei due, io andrei direttamente per il Pax 3.

Buona Vaporizzata!


* Prezzo aggiornato quotidianamente, spedizione gratuita

Non sai di cosa sto parlando?

Se sei un novellino del mondo della vaporizzazione, ti può essere utile leggere uno di questi articoli:

Vota questo articolo
[Totale: 19]

Commenta

Grazie per aver condiviso i nostri contenuti. Ancora un piccolo sforzo e la tua giornata sarà completa!